Gamc, Palazzo delle Muse, Viareggio

Dal 29 agosto 2020 al 21 Febbraio 2021: Viareggio la città nata dal mare. 200 anni di storia.

Viareggio si racconta, racconta le sue anime diverse e le sue tante storie. Inaugurata il 29 agosto l’esposizione  è stata curata  da Maria Adriana Giusti Viareggio. Fino al 21 febbraio 2021 il Palazzo delle Muse di Piazza Mazzini ospita la mostra che mette a fuoco i secoli gloriosi e difficili della capitale della Versilia, il suo legame col mare, il suo mito romantico risucchiato dalla sua urbanizzazione galoppante. Una storia di cultura, di costume, una ricchezza intellettuale e una ricchezza e basta, anima popolare e anima snob (non per niente era da queste parti che ci si vestiva alla marinara), i cantieri navali, i pescherecci, il turismo di massa, i locali notturni, la mitica passeggiata prima tutta liberty in legno, svanita in un incendio che ha lasciato integra un’unica, storica struttura dove troneggia uno splendido affresco firmato Galileo Chini.

L’esposizione vuole celebrare due secoli di metamorfosi della città, mettendo in risalto la speciale identità che la lega al mare, alla dinamica delle coste, ai miti romantici, alla costruzione dell’immagine, alle attività ludiche e ricreative, alla nautica e ai cantieri. La città dalle due anime unite dal mare, sulla spiaggia e al di là del molo, è raccontata attraverso un itinerario diacronico che incrocia alcuni nuclei tematici come la Passeggiata, la Spiaggia, l’Architettura, il Paesaggio, le Arti, i Teatri, il Cinema, le Mode, il Carnevale, il Porto, le Darsene, la Nautica.
L’obiettivo è costruire una visione interdisciplinare della città, dove l’effimero, non si contrappone, ma si compenetra con il permanente. L’itinerario attraversa personaggi come 
Maria Luisa, Carlo Lodovico di Borbone, Paolina Bonaparte, musicisti come Giovanni Pacini e Giacomo Puccini, artisti come Galileo Chini, Lorenzo Viani, Moses Levy.

La mostra è visitabile nell’orario di apertura della Gamc: il mercoledì e il giovedì dalle 15.30 alle 19.30, il venerdì dalle 18 alle 23.30 il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 18 alle 23.30.